Carlo Cottarelli

Lectio magistralis dal titolo: "I sette peccati capitali dell'economia italiana".

18/04/2019 - 19:00
Teatro

«L’economia italiana è cresciuta poco negli ultimi vent’anni. Ha accelerato un po’ nel 2017, ma hanno accelerato anche tutti gli altri paesi. Se fosse una corsa ciclistica, sarebbe come rallegrarsi di andare più veloci senza accorgersi di avere iniziato un tratto in discesa. In realtà, anche in discesa il distacco dal gruppo sta aumentando». Così, con parole semplici, Carlo Cottarelli, uno dei principali economisti italiani, dal 1988 in forza al Fondo Monetario Internazionale, commissario per la Spending Review durante il governo Letta e Presidente del consiglio incaricato per pochi giorni dopo le elezioni del marzo 2018 col mandato di formare un governo tecnico.
Perché dunque l’economia italiana non riesce a recuperare? Secondo Carlo Cottarelli esistono alcuni ostacoli molto ingombranti. Sono i sette peccati capitali che bloccano il nostro paese:

1) l’evasione fiscale

2) la corruzione

3) la troppa burocrazia (quando lasciò l’incarico di commissario della Spending review in un’intervista rilasciata poco prima del termine dell'incarico Cottarelli ha proprio parlato della difficoltà a relazionarsi, prima ancora che con il sistema politico, con quello burocratico, a suo dire chiuso ed estremamente impermeabile ad ogni azione finalizzata a modernizzarne l'attività)

4) la lentezza della giustizia

5) il crollo demografico,

6) il divario tra Nord e Sud,

7) la difficoltà a convivere con l’euro.

Quali sono le cause di questi peccati? Davvero commettiamo più errori degli altri paesi? Ma, soprattutto, ci sono segnali di miglioramento e speranza per il futuro?
Nel suo ultimo libro, che sarà anche oggetto della sua lezione da noi in Fondazione, Cottarelli risponde a queste domande con un linguaggio semplice ma rigoroso. Dimostra che se i segnali positivi sono ancora parziali e moltissimo resta da fare, la precarietà che impedisce la nostra ripresa non è legata a un destino che siamo costretti a subire.
Per guardare al futuro con realismo, ma anche con una consapevole fiducia. Correggere i nostri errori e smettere di peccare è ancora possibile.

 

La prenotazione è valida per una persona, per effettuare prenotazioni multiple compilare nuovamente il modulo

Ho letto e accetto l'Informativa sulla Privacy