04.02.2022

Quando

04.Feb.2022 H: 19:00

Prenota

Io fo buchi nella sabbia

Ernesto Ragazzoni (1870-1920) è un po’ il padre nobile della poesia umoristico/filosofica, se così la si può definire, poeta anarchico e scapigliato, ed è  l’autore della frase che David Riondino ha scelto di dare al suo incontro alla Fondazione. “Io fo buchi nella sabbia”, tra l’altro, è anche il titolo di una bella raccolta di opere di Ragazzoni curate da Vassalli.

La scelta di questa frase da parte di Riondino non è per nulla casuale perché l’irriverenza intelligente, la poesia, l’ironia sposata alla profondità filosofica e surreale sono anche da sempre i pilastri della sua poetica.

David Riondino è cantante, attore, drammaturgo e soprattutto improvvisatore eccezionale di scuola toscana. Il grande pubblico ha cominciato a conoscerlo meglio ai tempi gloriosi del “Maurizio Costanzo Show”, quando, ospite fisso, commentava i vari argomenti della serata attraverso le canzoni stralunate del “presunto” cantautore  brasiliano di Joao Mesquinho. Ma la sua carriera, prima e dopo quell’apparizione televisiva,  ha attraversato -e attraversa- molti generi: il teatro (con Paolo Rossi, Sabina Guzzanti, Dario Vergassola e da solo), la scrittura (autore di libri e di molti interventi su riviste umoristiche), il cinema (è regista del film “Cuba Libre”), la musica (pochi sanno, ad esempio, che è l’autore, insieme a Lu Colombo, della canzone “Maracaibo), la radio (con Renzo Arbore, Vergassola e altri), la televisione (ha partecipato ad alcuni storici programmi televisivi come “L’Araba Fenice”, “Quelli che il calcio”, “Per un pugno di libri e molti altri”).

Prenotati per questo evento