05.03.2022

Quando

05.Mar.2022 H: 18:30

Prenota

“Ultimo viene Fenoglio. Una lezione su Una questione privata”. In collaborazione con il Centro Studi Beppe Fenoglio

“Il libro che la nostra generazione voleva fare, adesso c’è, e il nostro lavoro ha un coronamento e un senso, e solo ora, grazie a Fenoglio, possiamo dire che una stagione è compiuta, solo ora siamo certi che è veramente esistita.”

Queste righe, scritte da Italo Calvino, si trovano nella prefazione alla seconda edizione del suo Il sentiero dei nidi di ragno. Ed è curioso, perché qui Calvino proprio non riesce a parlare di sé e del proprio romanzo; gli preme molto di più parlare di Fenoglio, è stato lui a scrivere il libro “che tutti noi avevamo sognato”.

Eppure, nel romanzo definitivo sulla Resistenza, la Resistenza quasi non c’è. O per meglio dire, mancano tutti gli elementi che avevano caratterizzato fino ad allora la narrativa di quel periodo. In Una questione privata non c’è ideologia, non c’è fiducia nella vittoria, non c’è eroismo, non c’è il paesaggio amico che protegge i partigiani, non c’è l’epopea dei condannati a morte che vanno al muro inneggiando alla libertà – niente di tutto questo.

Cosa c’è, dunque, nel libro “assurdo e misterioso” di Fenoglio? Perché Calvino lo considerava la vetta di quella stagione letteraria? E come mai, sessant’anni dopo, noi la pensiamo come lui?

L’appuntamento sarà presentato in collaborazione con il centro studi Beppe Fenoglio, nell’ambito del calendario di festeggiamenti per il centenario dalla nascita del noto scrittore albese.

Prenotati per questo evento