19.02.2022
soldout

Quando

19.Feb.2022 H: 18:30

Mettiti in lista d’attesa

con Dori Ghezzi, la scrittrice Francesca Serafini e la cantautrice Giua

“Lei è davvero uno chansonnier, vale a dire un artista della chanson. La sua poesia, poiché la sua poesia c’è, si manifesta nei modi del canto e non in altro; la sua musica, poiché la sua musica c’è, si accende e si espande nei ritmi della sua canzone e non altrimenti.” (Lettera di Mario Luzi a Fabrizio De Andrè)

Dori Ghezzi, insieme alla sceneggiatrice e scrittrice Francesca Serafini, è protagonista di un incontro dedicato a Fabrizio De Andrè, un omaggio all’uomo, all’intellettuale e al poeta, ma anche al valore letterario delle sue canzoni, dei testi sparsi, agli appunti che ci ha lasciato e al quale la Nave di Teseo, in collaborazione con la Fondazione De André Onlus, ha dedicato  ‘I libri di Fabrizio De André’, una preziosa nuova collana che ha come obiettivo quello di diffondere la conoscenza delle opere del cantautore e di mantenere attivo lo studio e l’analisi delle sue creazione.

Le canzoni di Faber sono lo sguardo di un intellettuale sul mondo in divenire, raccontano i cambiamenti della società italiana, accompagnano o anticipano le sue rivoluzioni. Ma sono anche parole in versi, frammenti di un discorso letterario che non conosce confini di genere e di epoca per indagare il mistero dell’altro, sia esso in Dante o a Spoon River, alla corte di un re o tra i peccatori. Il canzoniere di De André, infine, non esisterebbe se non prendesse forma nei “paesaggi musicali” delle sue composizioni e nelle intuizioni interpretative che le hanno rese immortali.

Francesca Serafini è una grande conoscitrice del personaggio storico, che è stato il soggetto della sua sceneggiatura per Fabrizio De Andrè – Principe Libero e del suo libro Lui, io, noi, e porterà tutta la sua conoscenza e la sua prospettiva per aiutare a delineare al meglio la figura di De Andrè, insieme ai ricordi, più intimi e di moglie, di Dori Ghezzi. Anche lei collabora con La Nave di Teseo, che ha di recente pubblicato il suo ultimo libro, Tre madri, un giallo il cui titolo richiama con forza l’omonima canzone di Faber.

Ma non finisce qui, perché a queste due ospiti si affianca con la sua chitarra e la sua bella voce una terza donna: Maria Pierantoni “Giua” che con De Andrè ha una certa confidenza e pure una certa assiduità avendo partecipato all’omaggio che Neri Marcorè gli ha fatto, in giro per tanti teatri italiani. Sarà bello riascoltare alcune delle più belle canzoni di Faber, reinterpretate da una voce femminile.

Questo evento è sold out, compila il form per metterti in lista d’attesa.

soldout
Hidden
Consenso
Consenso*
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.