12.07.2024

Quando

12.Lug.2024 H: 18:30

Prenota

Matteotti, dieci vite

Il ritratto a tutto tondo di una delle massime figure politiche del Novecento.

Cento anni fa l’omicidio che fece sprofondare definitivamente l’Italia nel baratro della dittatura. Questa morte tragica proiettò immediatamente Matteotti tra gli eroi dell’antifascismo e ne fece un punto di riferimento della Resistenza.

Vittorio Zincone racconta l’avventura dell’uomo che sfidò apertamente Mussolini denunciandone anche la corruzione. Le luci e le ombre di un italiano al di sopra di ogni sospetto.

Un’opera che restituisce tutta la complessità di un uomo e di un periodo storico con un intento di verità che pochi altri libri hanno.

Matteotti avrebbe voluto vivere dieci vite. E qui si racconta la storia di Giacomo «Tempesta», figlio ricco del poverissimo Polesine, socialista dalle solide idee riformiste, amministratore irruente, giovane giurista, neutralista-pacifista, marito assente (ma presentissimo), deputato antifascista, polemista beffardo, intellettuale bon vivant e proprietario terriero. Alcuni quotidiani oggi scriverebbero di lui: «Il socialista impellicciato». Ed è esattamente quello che scrivevano i suoi detrattori negli anni Venti del Novecento. A dimostrazione (e non è l’unica similitudine) che alcuni vizi della propaganda politica e dell’informazione hanno radici profonde almeno cento anni.

Vittorio Zincone, classe 1971, giornalista. Ha studiato Storia Contemporanea all’Università La Sapienza di Roma, è autore di Piazzapulita (La7). Dal 2000 scrive per Sette, il magazine del Corriere della Sera. Per la Tv ha lavorato anche a Dodicesimo Round (Raidue), Pronto Chiambretti e Markette, Tetri e Le Invasioni Barbariche. Ha condotto la trasmissione Luci e ombre su History Channel e Vivavoce su Radio24. Ha collaborato con TPI, Adnkronos, Europeo, Capital, Il Giornale, Class. È uno degli autori di Vite ribelli, Sperling Kupfer.

Prenotati per questo evento